I 4 passi da compiere per innovare nel settore assicurativo

I mercati sono in evoluzione: cambiano metodi e approcci, processi produttivi e scenari. Il mercato assicurativo è nel vivo di una rivoluzione che cambierà molte cose, ed è importante che gli attori coinvolti siano pronti ad affrontarla.
I prodotti assicurativi vengono oggi acquistati in modo totalmente diverso dal passato: il consumatore è molto più informato e mobile, ricerca offerte personalizzate, pone il loro confronto al centro del processo di acquisto e per questo è molto meno fedele rispetto al passato. Lo scenario vede quindi un aumento della concorrenza che va di pari passo con l’aumento dei costi di acquisizione dei clienti.

La differenza la fanno dunque la multicanalità e la capacità di mettere il cliente al centro dei processi, che le assicurazioni devono necessariamente digitalizzare evolvendo i modelli di lavoro. Vediamo nel dettaglio i passi da compiere per raggiungere questi obiettivi.

  1. Capitalizzare il patrimonio informativo – Questo significa raccogliere, ordinare, analizzare i dati dell’impresa assicurativa, sia essa una compagnia o un broker, per avere una visione d’insieme dello stato d’essere dell’impresa stessa e del mercato, supportando il processo decisionale e migliorando l’efficienza dei processi gestionali. L’arma che Fair&Square vi offre per affrontare questa trasformazione si chiama Leonardo BI, ed è una suite di business intelligence appositamente studiata per il settore assicurativo, in cloud e accessibile da browser. Leonardo BI è diviso in 6 aree strategiche: area direzione generale, area marketing, area sinistri, area portafoglio, area finanziaria, area contabilità e bilancio. Se siete un broker e volete maggiori informazioni su Leonardo BI, cliccate qui. Se siete una compagnia, cliccate qui.
  2. Leonardo BI ESECUTIVOSnellire i processi – Alleggerire i processi di lavoro si traduce in primo luogo in un miglioramento della produttività che di conseguenza crea un aumento del margine. È necessario dotarsi di strumenti digitali in grado di sostenere questa trasformazione supportando tutta la linea produttiva e, in altre parole, rendendo il lavoro più agile e semplice. Sempre di più le imprese migrano da un’architettura IT on premise, cioè in casa, verso una più snella, moderna e performante infrastruttura in cloud e in outsourcing, delegando alcuni dei processi ad imprese esterne ed abbracciando il sempre più forte paradigma dell’as-a-service. Oltre a Leonardo BI, rientra in quest’ottica Digital Flows, la piattaforma di gestione documentale di Fair&Square su database NoSQL. Digital Flows non è solo un repository, ma è anche una piattaforma web di condivisione documentale, che integra al suo interno funzionalità di storage avanzato, gestione del versioning e funzionalità di replicazione e sincronizzazione dei documenti di servizi già ampiamente diffusi come, ad esempio, Dropbox. Non sarà più necessario taggare e categorizzare i documenti, perchè l’OCR (Optical Character Recognition) di Digital Flows è in grado di leggere il testo all’interno delle immagini, ad esempio dei vostri documenti scansionati, permettendovi di averli automaticamente indicizzati e quindi ricercabili. Se volete scoprire Digital Flows o volete richiedere una demo, cliccate qui.
  3. Innovare l’offerta – Costruire i prodotti sulle esigenze dei clienti, personalizzandoli e integrandoli: l’innovazione passa da qui e per raggiungerla è necessario saper interpretare i cambiamenti del mercato. Il mercato di oggi evolve ad una velocità impensabile anche solo fino a qualche anno fa: si è resa perciò indispensabile l’adozione di strumenti in grado di fornire insight strategici dettagliati e in tempo reale. Il consumatore giovane è più informato, ha meno resistenze al cambiamento, ha esigenze più specifiche e modifica velocemente i suoi bisogni. Le imprese possiedono il già citato patrimonio informativo, che contiene molte delle risposte di cui i decisori aziendali hanno bisogno. Le analisi di Leonardo BI forniscono le informazioni che il top management necessita per fare scelte mirate, rapide e consapevoli, oltre che meno rischiose.
  4. Migliorare le relazioni con i clienti – Per fare questo, è necessario diversificare ed aumentare i canali e i punti di contatto diretti o mediati: una fetta sempre più ampia del target, destinata a diventare la quasi totalità, si informa su internet, utilizza tablet e smartphone, utilizza i social network. Ascoltate i vostri clienti e metteteli al centro della vostra strategia!

Perchè scegliere Fair&Square?

La nostra esperienza venticinquennale nel settore assicurativo ci permette di studiare soluzioni ad hoc. Conosciamo le imprese, conosciamo i vostri punti di forza e le aree con margine di crescita. Sappiamo ciò di cui avete bisogno perciò siamo in grado di seguirvi con la massima competenza dal primo briefing fino alla messa in produzione e, ovviamente, oltre. Crediamo che per offrire un software as-a-service non sia sufficiente un buon prodotto: è assolutamente necessaria una profonda conoscenza del cliente e soprattutto del mercato in cui opera, anticipando le sue esigenze per creare soluzioni ed implementazioni mirate.

Crediamo che il nostro portafoglio prodotti contenga le migliori soluzioni tecnologiche in cloud per il settore assicurativo, le migliori armi per affrontare la rivoluzione analitica e digitale che è ormai in atto.

fairMarchio (1)

Facci sapere cosa ne pensi: commenta qui!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: